L’indennità di accompagnamento non è incompatibile con la guida

L’indennità di accompagnamento non è incompatibile con la guida

Chi è titolare di una indennità di accompagnamento può anche mantenere o conseguire una regolare licenza di guida. Purché la commissione medica locale attesti l’idoneità tecnica del pilota.

È quanto ha affermato il Ministero della Salute con l’inedito parere n. 80242290585/2016.

Secondo l’organo tecnico centrale, l’erogazione del particolare beneficio economico non interferisce con la possibilità di ottenere il rilascio o il rinnovo della licenza di guida di categoria speciale. Il discrimine, specifica il parere, «è la guida in condizioni di sicurezza per se e per gli altri: se la patologia della persona richiedente la patente di guida, pur beneficiaria dell’indennità di accompagnamento, è tale da consentire la possibilità di una guida in condizioni di sicurezza per sé e per gli altri, la patente potrà essere concessa o rinnovata». Spetterà alla commissione medica locale decidere caso per caso, senza particolare attenzione all’avvenuta erogazione dell’indennità.

In definitiva, godere di una indennità di accompagnamento non preclude la possibilità di conseguire o rinnovare una patente di guida. Spetterà solo al medico dell’Asl decidere se la patologia che ha determinato l’erogazione dell’indennità è compatibile o meno con la titolarità di una patente di guida, anche se di categoria speciale.


Salvis Juribus – Rivista di informazione giuridica
Direttore responsabile Avv. Giacomo Romano
Listed in ROAD, con patrocinio UNESCO
Copyrights © 2015 - ISSN 2464-9775
Ufficio Redazione: redazione@salvisjuribus.it
Ufficio Risorse Umane: recruitment@salvisjuribus.it
Ufficio Commerciale: info@salvisjuribus.it
The following two tabs change content below.
Salvis Juribus è la prima piattaforma online di legal social journalism che ti permette di scrivere articoli e guadagnare. L’iscrizione è gratuita e la tua retribuzione è basata su criteri meritocratici: i compensi, infatti, sono collegati al numero di utenti che leggono i tuoi contenuti. Più il tuo articolo è letto, più le tue possibilità di guadagno aumentano. Salvis Juribus non è solo una semplice piattaforma online, ma è una Rivista scientifica (ISSN: 2464-9775) che vanta un ampio network di cultori della materia giuridica. La presenza dell’ISSN consente di attribuire ai contributi presenti nella Rivista criteri di scientificità (L. 1/2009). La Rivista è, inoltre, inserita all’interno del portale ROAD patrocinato dall’UNESCO come portale scientifico open access. I contributi possono essere, quindi, presentati per la valutazione nei concorsi pubblici o in ambiente accademico.

Articoli inerenti