Concorso 61 Ufficiali Guardia di Finanza: esclusa al salto in alto, vince il ricorso

Concorso 61 Ufficiali Guardia di Finanza: esclusa al salto in alto, vince il ricorso

Capita spesso, purtroppo, che il giudizio espresso dalle Commissioni di concorso sia illegittimo, specialmente quando la valutazione riguarda le prove di efficienza fisica. Si tratta, infatti, di esercizi fisici molto impegnativi ai quali i bandi di concorso non riservano la giusta attenzione anche alla luce delle regole internazionali che disciplinano la singola disciplina sportiva.

La nostra ricorrente è candidata al concorso pubblico per l’ammissione di 61 allievi ufficiali del ruolo normale – comparti ordinario e aeronavale all’Accademia della Guardia di Finanza per l’anno 2018/2019. Penalizzata al salto in alto da un evento accidentale, veniva così esclusa alle prove di efficienza fisica.

Nello specifico, la candidata, pur avendo saltato l’asticella senza farla cadere aveva ricevuto un giudizio di inidoneità perché, successivamente al salto, l’asticella cadeva a terra a causa di un urto involontario. La Commissione, valutando superficialmente la dinamica dell’esercizio, ha così dichiarato il salto come “nullo” non concedendo alla candidata neanche la possibilità di ripetere l’esercizio.

Ebbene, esaminato il caso, il nostro Studio – nella persona dell’avv. Giacomo Romano – ha adito il T.A.R. Lazio per contestare il giudizio di inidoneità dato alla candidata poiché, anche secondo le regole internazionali dell’atletica leggera, il salto in alto è stato correttamente eseguito, anche se l’asticella è caduta a terra successivamente. Certamente, infatti, la candidata ha dimostrato di essere in grado di compiere l’esercizio.

Siamo lieti di comunicare che il Giudice ha condiviso la tesi dello Studio accogliendo l’istanza avanzata dall’avv. Romano. Per questo il Giudice <<sospende interinalmente il provvedimento di esclusione impugnato e ammette, con riserva, la ricorrente a sostenere le prove concorsuali>>.

Come d’abitudine, continueremo a monitorare le procedure concorsuali in atto al fine di tutelare i candidati dagli abusi delle Commissioni ed a tenervi costantemente aggiornati.

Come proporre ricorso contro l’esclusione

Se ritieni di essere stato escluso ingiustamente alle prove di efficienza fisica di un concorso pubblico e vuoi valutare la possibilità di proporre un ricorso per accedere alle prove successive, esponi il tuo caso al nostro Staff mandando un’e-mail all’indirizzo info@salvisjuribus.it scrivendo nell’oggetto del messaggio “Ricorso Esclusione Prove Fisiche”. Per rimanere aggiornato sulle novità clicca Mi piace sulla nostra pagina Facebook.

consulenza_per_privati_e_aziende          consulenza_per_avvocati

Salvis Juribus – Rivista di informazione giuridica
Ideatore, Coordinatore e Capo redazione Avv. Giacomo Romano
Listed in ROAD, con patrocinio UNESCO
Copyrights © 2015 - ISSN 2464-9775
Ufficio Redazione: redazione@salvisjuribus.it
Ufficio Risorse Umane: recruitment@salvisjuribus.it
Ufficio Commerciale: info@salvisjuribus.it
The following two tabs change content below.

Avv. Giacomo Romano

Ideatore, coordinatore e capo redazione at Salvis Juribus
Nato a Napoli nel 1989, ha conseguito la laurea in giurisprudenza nell’ottobre 2012 con pieni voti e lode, presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II, discutendo una tesi in diritto amministrativo dal titolo "Le c.d. clausole esorbitanti nell’esecuzione dell’appalto di opere pubbliche", relatore Prof. Fiorenzo Liguori. Nel luglio 2014 ha conseguito il diploma presso la Scuola di specializzazione per le professioni legali dell'Università degli Studi di Napoli Federico II. Subito dopo, ha collaborato per un anno con l’Avvocatura Distrettuale dello Stato di Napoli occupandosi, prevalentemente, del contenzioso amministrativo. Nell’anno successivo, ha collaborato con uno studio legale napoletano operante nel settore amministrativo. Successivamente, si è occupato del contenzioso bancario e amministrativo presso studi legali con sede in Napoli e Verona. La passione per l’editoria gli ha permesso di intrattenere una collaborazione professionale con una nota casa editrice italiana. È autore di innumerevoli pubblicazioni sulla rivista “Gazzetta Forense” con la quale collabora assiduamente da giugno 2013. Ad oggi, intrattiene collaborazioni professionali con svariate riviste di settore e studi professionali. È titolare di “Salvis Juribus Law Firm”, studio legale presso cui, insieme ai suoi collaboratori, svolge quotidianamente l’attività professionale avendo modo di occuparsi, in particolare, di problematiche giuridiche relative ai Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici ed Appalti.

Articoli inerenti