Quando l’avvocato è bravo il suo compenso deve essere aumentato

Quando l’avvocato è bravo il suo compenso deve essere aumentato

Tribunale di Verona, 29 ottobre 2015

a cura di Rita Mazzacano

Lo ha ricordato la terza sezione civile del Tribunale di Verona, con una recente sentenza, depositata il 29 ottobre 2015, decidendo di aumentare fino a un terzo il compenso del difensore vincitore in applicazione dell’art. 4, comma 8, del d.m. n. 55/2014.

Quando, infatti, la difesa della parte vincitrice è “manifestamente fondata” si applica l’art. 4, comma 8, del d.m. n. 55/2014, la cui ratio è quella di “valorizzare, premiandola, l’abilità tecnica dell’avvocato che, attraverso le proprie difese, sia riuscito a far emergere che la prestazione del suo assistito era chiaramente e pienamente fondata nonostante le difese avversarie” (parere Consiglio Stato n. 161/2013).

Tale norma può essere applicata a tutti i casi in cui “il difensore di una parte riesca a far emergere la fondatezza nel merito dei propri assunti e, specularmente, l’infondatezza degli assunti di controparte, senza dover ricorrere a prove costituende e quindi solo grazie al proprio apporto argomentativo”.


Salvis Juribus – Rivista di informazione giuridica
Direttore responsabile Avv. Giacomo Romano
Listed in ROAD, con patrocinio UNESCO
Copyrights © 2015 - ISSN 2464-9775
Ufficio Redazione: redazione@salvisjuribus.it
Ufficio Risorse Umane: recruitment@salvisjuribus.it
Ufficio Commerciale: info@salvisjuribus.it
The following two tabs change content below.

Rita Mazzacano

Rita Mazzacano si è laureata nel 2011 in Giurisprudenza con 110 e lode, presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II, con una tesi in diritto amministrativo. Ha svolto il tirocinio forense presso l'Avvocatura dello Stato di Napoli. Ha conseguito il titolo di Avvocato nel 2014 ed attualmente collabora con uno studio legale che si occupa principalmente di diritto del lavoro.

Articoli inerenti