Assegno di mantenimento: è possibile ottenere la revoca o la riduzione?

Assegno di mantenimento: è possibile ottenere la revoca o la riduzione?

La risposta al quesito è positiva. Infatti, non va dimenticato che tutti i provvedimenti pronunciati in sede di separazione e divorzio sono emanati sulla base del principio “rebus sic stantibus” – stando così le cose –  ferma restando la possibilità di modifica ogni qualvolta si presentano circostanze nuove che mutino il quadro della valutazione precedente.

Tale principio trova applicazione anche nel caso di modifica dell’assegno di mantenimento a seguito del sopravvenire di circostanze che hanno determinato il mutamento in peius della situazione economica del soggetto obbligato al mantenimento dell’altro coniuge e dei figli.

Quando è possibile ottenere la revoca o la riduzione dell’assegno di mantenimento?

E’ possibile quando sussistano difficoltà economiche e solo a seguito di un provvedimento emesso dal Giudice che autorizzi la modifica delle condizioni economiche prese in sede di separazione o di divorzio.

Si noti bene: il soggetto – ex coniuge obbligato a corrispondere detto assegno non può mai di propria iniziativa ridurre o sospendere tale pagamento pur in presenza di difficoltà economiche.

Vediamo, ora, come occorre muoversi per ottenere la revoca o la riduzione dell’assegno.

Innanzitutto occorre dimostrare che è sopravenuto un peggioramento della situazione economica che impedisce al soggetto-ex coniuge obbligato di adempiere in toto o in parte al versamento dell’assegno. La richiesta di riduzione o revoca può essere avanzata anche nel caso in cui siano migliorate le condizioni economiche dell’ex coniuge beneficiario.

La revisione dell’assegno è automatica? Quali sono le circostanze che possono determinare un peggioramento della situazione economica?

La revisione dell’assegno non è automatica, infatti, come già anticipato, occorre il provvedimento del Giudice che autorizzi la revoca o la riduzione. Provvedimento che viene pronunciato a seguito di ricorso ex art. 710 c.p.c. predisposto da un legale esperto della materia.

Le circostanze che determinano un peggioramento della situazione economica e, quindi, giustificano la richiesta di revoca o riduzione sono: perdita del lavoro; passaggio da un’attività lavorativa full-time a part-time; costituzione di nuovo nucleo familiare…

Avv. Luisa Camboni


Salvis Juribus – Rivista di informazione giuridica
Direttore responsabile Avv. Giacomo Romano
Listed in ROAD, con patrocinio UNESCO
Copyrights © 2015 - ISSN 2464-9775
Ufficio Redazione: redazione@salvisjuribus.it
Ufficio Risorse Umane: recruitment@salvisjuribus.it
Ufficio Commerciale: info@salvisjuribus.it
The following two tabs change content below.

Luisa Camboni

Lo studio offre la propria serietà, professionalità e competenza ai propri clienti, svolgendo consulenza ed assistenza legale nei diversi ambiti del diritto civile (comunione,locazioni...) e nei settori del diritto di famiglia: separazione consensuale e giudiziale, divorzio, affidamento condiviso, riconoscimento di paternità, tutela dei minori, ed eredità; lo studio offre, inoltre, tutela legale nel campo delle obbligazioni (recupero crediti, contrattualistica) e della responsabilità civile, ivi compresa l'infortunistica stradale e, infine,in materia di diritto del lavoro e di diritto penale. Attivo a Sanluri, lo studio legale dell' avv. Camboni è conosciuto ed apprezzato per le doti professionali e per la particolare cortesia e disponibilità sempre riservata ai propri clienti. La competenza e la professionalità sono garantite dalla partecipazione assidua ai corsi ed ai seminari di formazione professionale continua, conformemente alle prescrizioni del Consiglio Nazionale Forense e del Consiglio dell\'Ordine degli Avvocati di Cagliari. E' iscritta nel Registro degli Amministratori di Sostegno della provincia di Cagliari e del Medio Campidano.

Articoli inerenti