Referendum Senato: il via libero dalla Cassazione

Referendum Senato: il via libero dalla Cassazione

Con un comunicato stampa diffuso nel tardo pomeriggio di martedì 10 maggio, il Primo Presidente della Corte Suprema di Cassazione, Giovanni Canzio, dà notizia che l’Ufficio Centrale per il Referendum ha ammesso le richieste di referendum sul testo di legge costituzionale approvato dalle Camere.

L’Ufficio Centrale per il Referendum presso la Corte di Cassazione ha dichiarato conformi all’art. 138 Cost. e alla l. n. 352/1970 le quattro richieste di referendum del testo di legge costituzionale approvato dalle Camere.

Il quesito referendario. 

Ha, dunque, dichiarato legittimo il seguente quesito referendario: «Approvate il testo della legge costituzionale concernete “disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del CNEL e la revisione del titol V della parte II della Costituzione”, approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 88 del 15 aprile 2016?».

Chi voterà SI accetterà la riforma.

Chi voterà NO invece si opporrà alla riforma.

Ora saranno i cittadini a decidere sull’entrata in vigore della riforma. Appuntamento probabilmente ad ottobre 2016.

consulenza_per_privati_e_aziende          consulenza_per_avvocati

Salvis Juribus – Rivista di informazione giuridica
Ideatore, Coordinatore e Capo redazione avv. Giacomo Romano
Copyrights © 2015 – Salvis Juribus - ISSN 2464-9775
Ufficio Risorse Umane: recruitment@salvisjuribus.it
Ufficio Commerciale: info@salvisjuribus.it
The following two tabs change content below.
Salvis Juribus è la prima piattaforma online di legal social journalism che ti permette di scrivere articoli e guadagnare. L’iscrizione è gratuita e la tua retribuzione è basata su criteri meritocratici: i compensi, infatti, sono collegati al numero di utenti che leggono i tuoi contenuti. Più il tuo articolo è letto, più le tue possibilità di guadagno aumentano. Salvis Juribus non è solo una semplice piattaforma online, ma è una Rivista scientifica (ISSN: 2464-9775) che vanta un ampio network di cultori della materia giuridica. La presenza dell’ISSN consente di attribuire ai contributi presenti nella Rivista criteri di scientificità (L. 1/2009). La Rivista è, inoltre, inserita all’interno del portale ROAD patrocinato dall’UNESCO come portale scientifico open access. I contributi possono essere, quindi, presentati per la valutazione nei concorsi pubblici o in ambiente accademico.

Articoli inerenti