Cassazione, autovelox posizionato male: nulla la multa

Cassazione, autovelox posizionato male: nulla la multa

Corte di Cassazione, sez. VI Civile – 2, 5 dicembre 2016, n. 24751

La Polizia Municipale non ha provveduto alla contestazione immediata, ma l’apparecchiatura era collocata diversi chilometri prima della fascia indicata dal decreto prefettizio come esclusa dall’obbligo di fermare subito l’automobilista.

Andiamo con ordine. In Tribunale veniva «annullato il verbale della Polizia Municipale» perché non era stata effettuata la «contestazione immediata» nei confronti dell’automobilista.

Decisivo il richiamo al «decreto prefettizio» con cui veniva esclusa la necessità della «contestazione immediata» solo «dal ‘Km 96+300’ al ‘Km 105+800’». Da questo documento emergeva, dunque, l’irregolarità del «verbale»: da esso risultava, difatti, che «l’infrazione era stata accertata» con un apposito «autovelox automatico» ma «al ‘Km 87+130’», cioè una decina di chilometri prima dell’area esclusa dall’obbligo di «contestazione immediata».

Ebbene, questa visione è stata ritenuta corretta dai magistrati della Cassazione, i quali hanno aggiunto anche che la «integrazione del decreto prefettizio» messa sul tavolo dal Comune non era da considerarsi applicabile perché «successiva alla contestazione» nei confronti dell’automobilista.


Salvis Juribus – Rivista di informazione giuridica
Direttore responsabile Avv. Giacomo Romano
Listed in ROAD, con patrocinio UNESCO
Copyrights © 2015 - ISSN 2464-9775
Ufficio Redazione: redazione@salvisjuribus.it
Ufficio Risorse Umane: recruitment@salvisjuribus.it
Ufficio Commerciale: info@salvisjuribus.it
The following two tabs change content below.

Articoli inerenti