Concorso INPS 2017: illegittima la certificazione di inglese B2 obbligatoria

Concorso INPS 2017: illegittima la certificazione di inglese B2 obbligatoria

È già noto a tutti il prossimo concorso pubblico dell’INPS per l’assunzione di 365 posti di analista di processo-consulente professionale, area C, posizione economica C1. Il bando sarà pubblicato prossimamente sulla Gazzetta Ufficiale, ma presso i Ministeri competenti sono già in corso le procedure che potranno consentire l’ampliamento dei posti a disposizione fino a oltre mille.

Tra i requisiti per l’ammissione al concorso è prevista la laurea magistrale/specialistica nelle seguenti discipline: scienze dell’economia, scienze economico-aziendali, ingegneria gestionale, scienze dell’amministrazione, giurisprudenza e teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica (ovvero diploma di laurea secondo il vecchio ordinamento corrispondente a una di tali lauree magistrali).

Ha sollevato, però, clamore e meraviglia l’inserimento nel bando, tra i requisiti di ammissione, anche di una certificazione di conoscenza della lingua inglese pari almeno al livello B2. Infatti, tale ultimo requisito appare certamente illegittimo ed è per questo motivo che Salvis Juribus Law Firm agirà dinanzi al T.A.R. competente per consentire la partecipazione al concorso anche a tutti coloro che sono sprovvisti della suddetta certificazione.

Abbiamo, infatti, riscontrato nella formulazione del bando un nuovo insopportabile arbitrio, poiché il suddetto requisito si pone in palese contraddizione nel bando rispetto a quanto prevede chiaramente la normativa vigente.

Invero, il Testo unico del Pubblico impiego prevede all’art. 37 – riformato quest’anno –<<l’accertamento della conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse e della lingua inglese>>. La legge – com’è evidente – impone un semplice ACCERTAMENTO della conoscenza della lingua inglese, che non può diventare un requisito di partecipazione.

Inoltre, il suddetto requisito della certificazione di inglese di livello B2 appare – a nostro avviso – ancora più irrazionale poiché nel concorso in esame le competenze linguistiche saranno, poi, in base all’art. 6 del bando, già oggetto di accertamento durante la prova scritta oggettivo-attitudinale!

Tutti i candidati interessati alla nostra azione collettiva potranno contattare il nostro Staff inviando una e-mail all’indirizzo ricorsoinps@salvisjuribus.it scrivendo nell’oggetto del messaggio “Ricorso INPS 2017”. Per rimanere aggiornato sulle novità clicca Mi piace sulla nostra pagina Facebook.

***

Adesioni aperte fino al 29 dicembre 2017

Scarica i moduli di adesione al ricorso cliccando qui

consulenza_per_privati_e_aziende          consulenza_per_avvocati

Salvis Juribus – Rivista di informazione giuridica
Ideatore, Coordinatore e Capo redazione avv. Giacomo Romano
Copyrights © 2015 – Salvis Juribus - ISSN 2464-9775
Ufficio Risorse Umane: recruitment@salvisjuribus.it
Ufficio Commerciale: info@salvisjuribus.it
The following two tabs change content below.

Avv. Giacomo Romano

Ideatore, coordinatore e capo redazione at Salvis Juribus
Nato a Napoli nel 1989, ha conseguito la laurea in giurisprudenza nell’ottobre 2012 con pieni voti e lode, presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II, discutendo una tesi in diritto amministrativo dal titolo "Le c.d. clausole esorbitanti nell’esecuzione dell’appalto di opere pubbliche", relatore Prof. Fiorenzo Liguori. Nel luglio 2014 ha conseguito il diploma presso la Scuola di specializzazione per le professioni legali dell'Università degli Studi di Napoli Federico II. Subito dopo, ha collaborato per un anno con l’Avvocatura Distrettuale dello Stato di Napoli occupandosi, prevalentemente, del contenzioso amministrativo. Nell’anno successivo, ha collaborato con uno studio legale napoletano operante nel settore amministrativo. Successivamente, si è occupato del contenzioso bancario e amministrativo presso studi legali con sede in Napoli e Verona. La passione per l’editoria gli ha permesso di intrattenere una collaborazione professionale con una nota casa editrice italiana. È autore di innumerevoli pubblicazioni sulla rivista “Gazzetta Forense” con la quale collabora assiduamente da giugno 2013. Ad oggi, intrattiene collaborazioni professionali con svariate riviste di settore e studi professionali. È titolare di “Salvis Juribus Law Firm”, studio legale presso cui, insieme ai suoi collaboratori, svolge quotidianamente l’attività professionale avendo modo di occuparsi, in particolare, di problematiche giuridiche relative ai Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici ed Appalti.

Articoli inerenti

Il promotore nel project financing: tra legittimo affidamento del privato e (auto)tutela dell’interesse pubblico

Il promotore nel project financing: tra legittimo affidamento del privato e (auto)tutela dell’interesse pubblico

Nell’operazione di project financing[2], la scelta del promotore, da un punto di vista strettamente procedimentale, consta di una prima fase...