Concorso INPS, gelo siberiano: illegittima la decisione di non rinviare la prova del 27/28 febbraio

Concorso INPS, gelo siberiano: illegittima la decisione di non rinviare la prova del 27/28 febbraio

Come tristemente noto, qualche giorno fa l’INPS  ha reso noto di non rinviare la data della prova scritta del maxiconcorso a 365 posti da “analista di processo”, nonostante le grandissime difficoltà per raggiungere la Fiera di Roma a causa dell’eccezionale ondata di freddo siberiano che si è abbattuta su tutta Italia e che ha flagellato, in modo particolare, la Capitale.

La notizia ha suscitato tanto clamore (anche a livello mediatico nazionale) atteso che la decisione di non rinviare le prove è subito apparsa come uno scherzo di cattivo gusto. Come twitta – con tono ironico – uno dei 22mila candidati, chiamati a partecipare all’esame per 365 posti da analista di processo, banditi dall’istituto di previdenza, la prima prova è «riuscire ad arrivare nonostante il meteo», perché «visto che i treni non ci sono» – si interroga – «come ci presentiamo? Con lo shuttle?».

Disagi per candidati disabili e fuorisede

Nonostante le condizioni atmosferiche e metereologiche a dir poco proibitive che hanno indotto le autorità a chiudere le scuole per l’abnorme presenza di ghiaccio e neve, l’istituto nazionale di previdenza sociale ha inteso comunque procedere, in modo davvero assurdo e per niente rispettoso delle esigenze di quei candidati – specialmente di quelli fuorisede e disabili – che sono stati costretti a rinunciare al sogno del posto fisso a causa degli innumerevoli disagi delle stazioni ferroviarie e degli aeroporti, in tilt durante i giorni di svolgimento della prova.

Per queste ragioni, Salvis Juribus Law Firm ha deciso di avviare un’altra battaglia di legalità per obbligare l’INPS a predisporre una sessione di recupero per tutti coloro che – senza colpa – non hanno potuto partecipare alla prova scritta. Non vogliamo penalizzare chi nonostante la neve è riuscito a svolgere le prove ma – certamente – è sbagliato penalizzare chi è stato impossibilitato a farlo.

Come aderire al ricorso

Aderire alla nostra azione collettiva è semplicissimo. Basta inviare la documentazione (scaricabile in fondo alla pagina) debitamente scansionata e comprensiva degli allegati all’indirizzo e-mail ricorsoinps@salvisjuribus.it scrivendo nell’oggetto del messaggio “Ricorso Concorso INPS”. Per rimanere aggiornato sulle novità clicca Mi piace sulla nostra pagina Facebook.

***

Adesioni fino al 31 marzo 2018

Scarica i moduli di adesione al ricorso cliccando qui

consulenza_per_privati_e_aziende          consulenza_per_avvocati

Salvis Juribus – Rivista di informazione giuridica
Ideatore, Coordinatore e Capo redazione Avv. Giacomo Romano
Listed in ROAD, con patrocinio UNESCO
Copyrights © 2015 - ISSN 2464-9775
Ufficio Redazione: redazione@salvisjuribus.it
Ufficio Risorse Umane: recruitment@salvisjuribus.it
Ufficio Commerciale: info@salvisjuribus.it
The following two tabs change content below.

Avv. Giacomo Romano

Ideatore, coordinatore e capo redazione at Salvis Juribus
Nato a Napoli nel 1989, ha conseguito la laurea in giurisprudenza nell’ottobre 2012 con pieni voti e lode, presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II, discutendo una tesi in diritto amministrativo dal titolo "Le c.d. clausole esorbitanti nell’esecuzione dell’appalto di opere pubbliche", relatore Prof. Fiorenzo Liguori. Nel luglio 2014 ha conseguito il diploma presso la Scuola di specializzazione per le professioni legali dell'Università degli Studi di Napoli Federico II. Subito dopo, ha collaborato per un anno con l’Avvocatura Distrettuale dello Stato di Napoli occupandosi, prevalentemente, del contenzioso amministrativo. Nell’anno successivo, ha collaborato con uno studio legale napoletano operante nel settore amministrativo. Successivamente, si è occupato del contenzioso bancario e amministrativo presso studi legali con sede in Napoli e Verona. La passione per l’editoria gli ha permesso di intrattenere una collaborazione professionale con una nota casa editrice italiana. È autore di innumerevoli pubblicazioni sulla rivista “Gazzetta Forense” con la quale collabora assiduamente da giugno 2013. Ad oggi, intrattiene collaborazioni professionali con svariate riviste di settore e studi professionali. È titolare di “Salvis Juribus Law Firm”, studio legale presso cui, insieme ai suoi collaboratori, svolge quotidianamente l’attività professionale avendo modo di occuparsi, in particolare, di problematiche giuridiche relative ai Concorsi Pubblici, Esami di Stato, Esami d’Abilitazione, Urbanistica ed Edilizia, Contratti Pubblici ed Appalti.

Articoli inerenti